Antica Trattoria al Portico

News

Per il periodo di quaresima pesce tutti i venerdì

Pubblicato il

Se gli antichi romani non disdegnavano di abbinare piatti di carne e pesce nello stesso menù, nel medioevo questo non poteva accadere perché forte era la distinzione tra giorni «di grasso» e giorni «di magro» che non erano solo i quaranta giorni della quaresima, ma anche quelli delle quaresime minori, ed ogni settimana il mercoledì, il venerdì e il sabato più le vigilie della festività principali.Questa ritmicità di grasso e magro caricava gli alimenti carne e pesce di una netta differenza nutrizionale, se nei giorni di penitenza si poteva consumare solo pesce logicamente esso assumeva la valenza di leggerezza, di poco nutriente o meno nutriente della carne,era il cibodel digiuno,era la carne quaresimale e conseguentemente sottostimato era il suo valore, subendo, possiamo dire, una caduta di immagine

Menu
Contattaci